Saltar al contenido
Mandato SEPA

Come fermare un addebito diretto SEPA?

L’addebito diretto SEPA è la nuova forma di addebito diretto europeo da agosto 2014. Pertanto, da tale data, gli addebiti diretti SEPA o l’Area Unica dei Pagamenti in Euro non sono più gestiti dalle banche. Diventano affari di fornitori o creditori. Ovviamente, questi hanno il potere di fermare un addebito diretto SEPA.

Se viene verificato un pagamento fraudolento, questo sito ti fornisce le chiavi per  interrompere l’addebito diretto SEPA con la tua banca  e ottenere il rimborso dell’importo indebitamente pagato, a volte senza spese bancarie.

Informazioni essenziali per interrompere un addebito diretto SEPA

Alcune informazioni devono essere evidenziate per interrompere definitivamente l’addebito diretto SEPA. Tra questi, devi obbligatoriamente indicare le informazioni esatte che ti riguardano, ovvero il tuo nome, numero di telefono, indirizzo, email, ecc. È inoltre necessario indicare il numero di conto o IBAN, nonché il riferimento del mandato.

fermare un addebito diretto SEPA

Oltre a queste informazioni principali, puoi citare anche i motivi che ti portano a interrompere il tuo contratto. In questo modo puoi indicare se vuoi interrompere la gestione dell’addebito diretto per adottare una nuova forma di pagamento, ecc.

Interrompi il tuo addebito diretto SEPA con la tua banca

In precedenza, se era importante recarsi presso la propria banca per interrompere l’addebito diretto, non è più così dall’entrata in vigore del sistema di addebito diretto SEPA. Infatti, dopo l’implementazione di questo nuovo sistema di pagamento con addebito diretto da agosto 2014, ti viene chiesto di rivolgerti direttamente al tuo provider per interrompere definitivamente il tuo pagamento SEPA o addebito diretto. In questo caso, puoi comunque fare in modo che la tua banca blocchi il tuo pagamento automatico.

I diversi modi per interrompere l’addebito diretto SEPA

Per interrompere o interrompere definitivamente l’addebito diretto SEPA, devi solo inviare una richiesta al tuo  provider . In questo senso, è importante sapere che ci sono diversi mezzi o mezzi per inviare l’ordine, in modo che raggiunga effettivamente le mani del tuo fornitore. Detto questo, puoi, ad esempio, chiamare il tuo provider direttamente dal suo numero di cellulare o di rete fissa. Inoltre, puoi anche utilizzare il servizio digitale inviando la tua richiesta dalla tua email o indirizzo email.

Inoltre, se sei un seguace dei metodi di corrispondenza tradizionali, puoi sempre inviare la tua richiesta tramite posta certificata all’indirizzo postale del tuo provider. Tale procedura sarà motivata da avviso di ricevimento. Inoltre, ti consigliamo vivamente di scegliere il percorso di corrispondenza postale per interrompere definitivamente l’addebito diretto SEPA. L’avviso di ricevimento costituisce una prova vivente della spedizione alla quale il tuo fornitore non potrà in nessun caso contestare o respingere la tua richiesta.